Il mio lavoro

Counselor e shiatsuka

autunno 7

Come shiatsuka, professionista nell’ambito delle discipline Bionaturali, il Counseling Biogestaltico mi ha offerto nuovi strumenti che mi hanno permesso sia di migliorare la mia personale qualità di vita sia di affinare ancor di più la mia presenza e il mio intervento con i clienti, migliorando la qualità nella comunicazione, nell’incontro con l’altro e nella presa in carico.

Chi arriva da me affidandomi il proprio corpo esprime una grande fiducia e il mio obiettivo è onorare quel corpo con riverenza sacra. La relazione che si viene a stabilire, più che professionale, è per me essenzialmente umana. Una relazione che, in qualità di Counselor-shiatsuka, con il cliente crea uno spazio accogliente in cui l’altro non si sente giudicato ma ascoltato, accettato e compreso nella sua totalità.

La funzione del counseling, integrato anche con la mia esperienza di operatrice shiatsu con la quale mi confronto quotidianamente, è proprio quella di sostenere un processo in cui far emergere la sacralità e la saggezza del corpo, dando ascolto ai messaggi che invia, ai vissuti più intimi e profondi e al suo modo di stare e di rapportarsi con sé e con il mondo.

Elemento base per avviare questo processo è la consapevolezza dei nostri movimenti interiori e fisici. Prerogative proprie del counseling sono l’empatia, la capacità di ascolto, la comunicazione chiara, la coerenza, l’autenticità, l’accoglienza e il rispetto, messe in campo per risvegliare le qualità e le risorse insite in ogni essere umano.

È fondamentale partire dalla mia esperienza personale e professionale di shiatsuka, attività sempre nell’ambito della relazione d’aiuto, per condividere la mia esperienza di counseling attraverso la modalità corporea e la sua efficacia. Il lavoro corporeo e sul corpo diventa una “risorsa tra le risorse”, cui il cliente può attingere stando in ascolto e dando voce, attraverso l’espressione corporea, alle emozioni che altrimenti resterebbero sullo sfondo, e ponendo in maggiore risalto il proprio mondo interiore.

autunno 3

Grazie al percorso di Counseling ho modificato e arricchito le mie competenze di shiatsuka e la mia area d’intervento, e si è trasformato il mio approccio al cliente. È per me meraviglioso e quasi magico mettere in campo tutto il mio essere e tutto quello che fa parte del mio bagaglio, utilizzando ciò che serve nel qui e ora per accompagnare il cliente: mentre faccio shiatsu, faccio anche counseling e viceversa.

Dispongo di una cassetta degli attrezzi che contiene le mie tecniche: shiatsu, massaggio antistress e bioenergetico, linfodrenaggio, tecniche di respirazione e di craniosacrale, meditazione e visualizzazione, musica e movimento, il reiki, il silenzio, tutta la Bioenergetica, la Gestalt e last but not least tutta me stessa: il mio corpo, il mio cuore, la mia anima, la mia empatia, la mia consapevolezza, la mia responsabilità e la mia presenza.

Sento di poter affermare che sono in grado di proporre una relazione d’aiuto a mediazione corporea che individua nel corpo del cliente e nel mio il luogo privilegiato della relazione, attraverso il quale esplorare le difficoltà del cliente e promuovere le risorse finalizzate a soddisfare il desiderio di cambiamento evolutivo e una migliore qualità della vita del cliente stesso.

Oggi propongo sessioni individuali di Shiatsu e sessioni individuali di Counseling (anche in spagnolo, francese e inglese). Sono iscritta alla FISieo, Federazione Italiana Shiatsu Insegnanti e Operatori, e ad AssoCounseling, associazione di categoria a norma della Legge 4/2013.

Le mie sedi di lavoro sono presso il Centro Ma Beauté a Vanzago (a 15 km da Milano) e a Rho (MM1 Molino Dorino + autobus STIE) in via Capuana 3.